Viktor Ivaniv
La città di Vinecittà
Traduzione dal russo e introduzione di Massimo Maurizio
eSamizdat 2005 (III) 2-3, pp. 411-419
Scarica il Pdf solo di questa traduzione [134 Kb]
[Dall'incipit dell'introduzione]
“Viktor Ivaniv ovvero il mondo che si manifesta dopo la morte”, eSamizdat 2005 (III) 2-3, p. 411
Viktor Ivaniv (Viktor Ivanov, Novosibirsk 1977, poeta e prosatore), ha terminato la facoltà di lettere dell'università di Novosibirsk, dove sta per terminare il dottorato. Ha pubblicato poesie sugli almanacchi Černovik, Vavilon e Stetoskop-Aesthetoscope, sulle raccolte Vremja Č. Stichi o Čečne i ne tol’ko [L'ora Č. Versi sulla Cecenia e non solo, Mosca 2001] e Černym po belomu [Nero su bianco, Mosca 2002] e sull'antologia a cura di Dm. Kuz’min Nestoličnaja literatura [La letteratura fuori dalle capitali,Mosca 2001]. È entrato nella shortlist del prestigioso premio Debjut nel 2002 e l'anno successivo ha ricevuto un riconoscimento dall'Akademija Zaumi di S. Birjukov.
[...]












 
© eSamizdat 2003-2016, Alessandro Catalano e Simone Guagnelli