Osip Mandel’štam
Quattro prose
Traduzione dal russo e introduzione di Milly Berrone
eSamizdat 2005 (III) 1, pp. 185-193
Scarica il Pdf solo di questa traduzione [136 Kb]
[Dall'incipit dell'introduzione]
Quattro prose di Osip Mandel’štam. Un invito alla lettura , eSamizdat 2005 (III) 1, p. 185


Dopo gli entusiasmi dei primi anni Novanta, tanto in Russia quanto in Italia l’opera di Osip Mandel’štam sembra essere stata, se non dimenticata, quanto meno accantonata. Se tuttavia in Russia l’attività di ricerca, pur con minore risonanza rispetto al recente passato, continua a muoversi secondo due direttrici che fanno rispettivamente capo a Pavel Nerler, curatore della più recente raccolta completa delle opere di Mandel’štam (Sobranie sočinenij, a cura di P. Nerler e A. Nikitaev, Art Biznes Centr, Moskva, 1993-1997) nonché fondatore della Mandel’štamvskoe obščestvo [Società Mandel’štam] e a Michail Gasparov, curatore del volume della collana “Biblioteka poeta” dedicato alla sua opera poetica (Polnoe sobranie stichotvorenij, a cura di M. Gasparov e A. Mec, Sankt Peterburg, Gumanitarnoe agenstvo Akademičeskij proekt, 1995) e le cui ricerche hanno ottenuto nuova visibilità grazie all’attività editoriale di Maksim Šapir, uno dei suoi allievi più originali, ben diversa appare la situazione italiana. A un autore di capitale importanza come Osip Mandel’štam – poeta russo di origini ebraiche, che ha vissuto in prima persona alcuni degli avvenimenti più significativi e sconvolgenti del secolo scorso, dalla fervida atmosfera delle avanguardie alla prima guerra mondiale, dalla rivoluzione alla guerra civile e infine alla repressione staliniana – la grande editoria italiana dedica infatti uno spazio scarso e molto lacunoso, negandogli l’onore dei Meridiani o di un volume Adelphi più completo di quelli apparsi in passato, e abbandonandolo alle premurose cure della piccola e media editoria che, nonostante i suoi sforzi, non può garantirgli la sufficiente diffusione.
[...]












 
© eSamizdat 2003-2016, Alessandro Catalano e Simone Guagnelli