Archivio rivista
Le Sezioni
Le Info
Compagni di Strada
Traduzioni
2008 (VI) 1
* Patrik Ouředník, La verità dell’epoca?, traduzione dal francese di Paolo Nori e dal ceco di Alessandro Catalano, pp. 235-237
[Versione PDF]
* Ivan Cankar, Tre racconti, traduzione e introduzione di Maria Bidovec, pp. 239-249
[Versione PDF]
* Ivan Matoušek, Un continente riemerso. Poesie e prose, antologia a cura di Sylvie Richterová e Massimo Tria, introduzione di Sylvie Richterová, traduzioni di Fulvio Capparella, Ernesto Evangelista, Elisa Quilici e Sylvie Richterová, pp. 251-264
[Versione PDF]
2007 (V) 3
* Eduard Goldstücker, Nota sulla tolleranza, traduzione di Luciano Antonetti , pp. 297-298
[Versione PDF]
* Zbyněk Havlíček, L’ematoma pechinese, traduzione di Daniela Montagner, pp. 299-301
[Versione PDF]
* Dmitrij Danilov, La casa numero dieci, introduzione e traduzione di Massimo Maurizio, pp. 303-317
[Versione PDF]
* Pedrag Finci, Il libro dell’esilio, traduzione e introduzione di Angelo Floramo, pp. 319-326
[Versione PDF]
* Valentin Pikul΄, Dal pantheon della gloria, traduzione di Fabrizio Caltagirone e Ol΄ga Sologub, pp. 327-332
[Versione PDF]
* Harold B. Segel, “L'immagine dell'ebreo nelle letterature russa e polacca”, presentazione di Laura Quercioli Mincer, traduzione di Giancarlo Covella, pp. 333-345
[Versione PDF]
2007 (V) 1-2
2005 (III) 2-3
Patrik Ouředník, “Una poesia per Pavlínka Kalivodová” , traduzione dal ceco di Alessandro Catalano, eSamizdat 2005 (III) 2-3, pp. 395-398
Vadim Kalinin, “La soffitta dell'ingegnere” , traduzione dal russo di Daniela Liberti, eSamizdat 2005 (III) 2-3, pp. 399-409
Viktor Ivaniv, “La città di Vinecittà” , traduzione dal russo e introduzione di Massimo Maurizio, eSamizdat 2005 (III) 2-3, pp. 411-419
Svetoslav Minkov, “Accadde a Lampadeforia” , traduzione dal bulgaro di Roberto Adinolfi, eSamizdat 2005 (III) 2-3, pp. 421-424
Michajlo Kocjubyns’kyj, “Intermezzo” , traduzione dall’ucraino e introduzione di Lorenzo Pompeo, eSamizdat 2005 (III) 2-3, pp. 425-432
Patrik Ouředník, “L’ingombrante soldato Švejk” , traduzione dal ceco e dal francese di Massimo Tria, eSamizdat 2005 (III) 2-3, pp. 433-436
2005 (III) 1
Hristo Smirnenski, La novella della scala, Traduzione dal bulgaro di Roberto Adinolfi, eSamizdat 2005 (III) 1, pp. 179-180
Elena Švarc, Lo scriba veloce , Traduzione dal russo e introduzione di Marco Sabbatini, eSamizdat 2005 (III) 1, pp. 181-184
Osip Mandel’štam, Quattro prose, Traduzione dal russo e introduzione di Milly Berrone, eSamizdat 2005 (III) 1, pp. 185-193
Gajto Gazdanov, Un errore, Traduzione dal russo e introduzione di Marco Caratozzolo, eSamizdat 2005 (III) 1, pp. 195-202
Izabela Filipiak, La letteratura mostruosa, [Con un Post scriptum dell'autrice], Traduzione dal polacco di Alessandro Amenta , eSamizdat 2005 (III) 1, pp. 203-215
Ľubomír Lipták, Di quale storia abbiamo bisogno?, Traduzione dallo slovacco e introduzione di Tiziana D'Amico, eSamizdat 2005 (III) 1, pp. 217-223
2004 (II) 3
Elena Muljarova, Aria, Traduzione dal russo di Marco Dinelli, eSamizdat 2004 (II) 3, pp. 143-144
František Hrubín, Romanza per flicorno, Traduzione dal ceco di Maria Elena Cantarello, eSamizdat 2004 (II) 3, pp. 145-157
Julian Stryjkowski, Silenzio , Traduzione dal polacco e introduzione di Alessandro Amenta, eSamizdat 2004 (II) 3, pp. 159-184
Gajto Gazdanov, Lampioni, Traduzione dal russo e introduzione di Marco Caratozzolo, eSamizdat 2004 (II) 3, pp. 185-194
Karel Teige, Poetismo, Traduzione dal ceco e introduzione di Massimo Tria, eSamizdat 2004 (II) 3, pp. 195-203
2004 (II) 2
Vítězslav Nezval, Appello agli amici, Traduzione dal ceco di Alessandro Catalano, eSamizdat 2004 (II) 2, pp. 149-150
Jurij Tynjanov, Autobiografia, Traduzione dal russo e introduzione di Agnese Accattoli, eSamizdat 2004 (II) 2, pp. 151-160
Valentin Kataev, Il governo dei Lacchè, Traduzione dal russo e introduzione di Andrea Lena Corritore, eSamizdat 2004 (II) 2, pp. 161-174
Il'ja Varšavskij, Non ci sono sintomi preoccupanti, Traduzione dal russo e introduzione di Stefano Bartoni, eSamizdat 2004 (II) 2, pp. 175-186
D. Davydov, S. L'vovskij, I. Šostakovskaja, K. Medvedev, D. Gatina, A. Sen-sen'kov, I. Kukulin, D. Kuzmin, E. Lavut, M. Gronas, I poeti di Vavilon, Traduzione dal russo e introduzione di Massimo Maurizio, eSamizdat 2004 (II) 2, pp. 187-204
Georgij Ivanov, La disintegrazione dell'atomo, Traduzione dal russo e introduzione di Simone Guagnelli, eSamizdat 2004 (II) 2, pp. 205-223
2004 (II) 1
Jaroslav Hašek, Come nascono i presidenti del consiglio in Italia, Traduzione dal ceco di Sergio Corduas, eSamizdat 2004 (II) 1, p. 97
Patrik Ouředník, Europeana. Breve storia del ventesimo secolo, Traduzione dal ceco e introduzione di Alessandro Ruggera, eSamizdat 2004 (II) 1, pp. 99-111
Stanisław Ignacy Witkiewicz, Cocaina, Traduzione dal polacco e introduzione di Alessandro Ajres, eSamizdat 2004 (II) 1, pp. 113-117
Sergej Stratanovskij, "Russofobia" e altri testi (2000-2003), Traduzione dal russo di Marco Sabbatini, eSamizdat 2004 (II) 1, pp. 119-124
Jindřich Heisler, Mete ignote, Traduzione dal ceco e introduzione di Massimo Tria, eSamizdat 2004 (II) 1, pp. 125-127
Lidia Amejko, Farrago, Traduzione dal polacco di Lorenzo Pompeo e Grzegorz Kowalski, introduzione di Lorenzo Pompeo, eSamizdat 2004 (II) 1, pp. 129-137
2003 (I)
Daniil Charms, Gli allegri lucherini, Traduzione dal russo di Laura Piccolo, eSamizdat 2003 (I), p. 121
Jaroslav Kabelka , Legami concettuali tra la nuova filosofia e l'arte moderna, Traduzione dal ceco e introduzione di Catia Renna, eSamizdat 2003 (I), pp. 123-126
Bruno Jasieński, Canto della fame, Traduzione dal polacco e introduzione di Simone Guagnelli, eSamizdat 2003 (I), pp. 127-136
Alexandăr Stambolijski, Potere, Rifiuto del potere, Potere del popolo, Traduzione dal bulgaro e introduzione di Giacomo Brucciani, eSamizdat 2003 (I), pp. 137-150
Andrej Platonov, Reka Potudan', Traduzione dal russo e introduzione di Stefano Bartoni, eSamizdat 2003 (I), pp. 151-168
In seguito non riusciva a ricordare chi dei due avesse avuto per primo l'idea salvifica (come allora pensava) di inventare dei ricordi comuni, di costruire tutta la loro vita prima che si conoscessero e dopo che si erano conosciuti. Un timido tentativo di vendicarsi del destino che crudelmente li aveva messi in contatto per un attimo, per poi separarli. Avevano a disposizione cinquanta minuti.

Georgi Gospodinov, Peonie e Pansé
© eSamizdat 2003-2016, Alessandro Catalano e Simone Guagnelli