Jan Mukařovský
Analisi semantica di un'opera poetica: Il becchino assoluto di Nezval
eSamizdat 2005 (III) 1, pp. 163-175
Scarica il Pdf solo di questo articolo [160 Kb]
[Dall'incipit dell'articolo]

Nell'epoca attuale, che riempie d'angoscia l'uomo di fronte alla violenta corrente della realtà mutevole, sia materiale (vedi le conquiste della tecnica moderna e le scoperte delle scienze naturali sulla sostanza della materia, sulla casualità, ecc.), sia sociale, economica, e politica, il primo compito dell'arte non è né elargire sensazioni piacevoli, né di proporre modelli di una qualche bellezza armoniosa, bensì di orientare l'uomo nell'apparente caos di uno sviluppo insolitamente accelerato, di riuscire a prevedere con la sua sensibilità i mutamenti a venire, di adattare la struttura della vita spirituale dell'uomo ai primi contorni presentiti delle certezze che vanno creandosi ex novo. Per questo oggi fra gli interessi concernenti l'arte e gli interessi degli artisti stessi, al primo posto non stanno la perfezione del dettaglio e la rifinitura dell'insieme, ma il modo in cui l'artista cerca attraverso l'opera di raggiungere la realtà. La scelta dei mezzi artistici e il modo di usarli sono guidati nell'opera d'arte da un principio metodologico che, essendo di per sé senza contenuto concreto, determina il carattere dell'opera d'arte in quanto costruzione semantica. Questo principio non è ovviamente immutabile; la stessa realtà mutevole lo costringe a cambiamenti ora più lenti, ora più rapidi. L'adeguamento del metodo poetico ai cambiamenti della realtà sembra oggi addirittura uno dei criteri principali dell'importanza vitale dell'opera poetica; la presenza e il carattere di questo metodo possono, però, essere accertati solo con l'analisi semantica la quale di per sé non pretende di definire il valore, ma si pone come obiettivo la conoscenza pura. Perciò nemmeno il nostro presente saggio, anche se si occupa di un'opera pubblicata da poco, vuol essere una critica al libro di Nezval. Se dall'analisi che ne sarà effettuata, risulterà una qualche conseguenza per il valore dell'opera presa in esame, questa conseguenza si riferirà all'intero metodo poetico e non concernerà la maggiore o minore perfezione della realizzazione attraverso le singole poesie o versi.


[...]










 
© eSamizdat 2003-2016, Alessandro Catalano e Simone Guagnelli