Comunicato da parte degli attivisti russi dello YHRM (Youth Human Rights Movement)
Questo comunicato vi giunge da parte degli attivisti russi dello YHRM (Youth Human Rights Movement).

Ai primi di agosto 2007 abbiamo saputo che il Movimento Internazionale Giovanile per i Diritti Umani era stato dichiarato «chiuso» ed era stato privato del suo status di ente legale per decisione del tribunale di Nizhnij Novgorod in Russia su richiesta del Servizio Federale di Registrazione. La decisione era stata presa il 13 giugno. Tuttavia il Comitato di Coordinamento del Movimento ne ha avuto notizia solo incidentalmente, quasi um mese mezzo dopo, dato che né il tribunale né il Servizio di Registrazione avevano notificato siffatta decisione al Movimento stesso (invalidando in questo modo la decisione stessa, ossia rendendola di fatto «illegale»).

Col presente comunicato dichiariamo la nostra ferma intenzione di non fermare il nostro lavoro nel modo piu' assoluto.

Al tempo stesso apprezzeremo ogni tipo di sostegno da parte dei nostri partners e amici.

Cos'e' lo YHRM?

La storia dello YHRM comincia nel 1998, con un piccolo gruppo di attivisti. Al momento, lo YHRM riunisce più di 1000 giovani difensori dei diritti umani, attivisti civili, ambientalisti, insegnanti e corsisti partecipanti a seminari sui diritti umani provenienti da Russia, Bielorussia, Ucraina, Armenia, Georgia, Italia, Francia, Germania e altri paesi. Tra le attività dello YHRM (nel suo insieme di partners europei, russi e degli altri stati della CSI) ci sono programmi di formazione per migliaia di persone, centinaia di consulenze legali prestate a giovani attivisti e semplici cittadini, etc.

Al momento diversi rappresentanti di spicco del Movimento sono membri- esperti di strutture europee, e lo YHRM coopera attivamente con organi intergovernativi come l'OCSE, la Commissione Europea e altre istituzioni internazionali.

Che cosa significa?

Il caso dello YHRM e' tipico e sintomatico. Riflette tendenze negative in atto contro la liberta' di associazionismo (il diritto di creare organizzazioni, unioni, etc.) in Russia e nelle altre Nuove Repubbliche Indipendenti. La logica dei cambiamenti ­ ultra criticati ­ apportati di recente alla legislazione russa in materia (che obbliga le ONG a una cavillosa procedura di «RI-registrazione» di fatto impraticabile) porta a situazioni decisamente assurde, per cui organizzazioni sostanzialmente funzionanti, ossia perfettamente attive (anzi, all'opera più che mai ­ ed è proprio questo il problema: danno «fastidio» con il loro operato) , sono dichiarate formalmente «chiuse», «inoperative», private della loro legalità, dello status di ente riconosciuto. Una tattica formidabile per intralciare di brutto il loro operato. Quello di Nizhnij Novgorod è solo uno dei numerosi casi del genere verificatisi in Russia e negli altri stati della CSI negli ultimi 3-4 mesi. E vanno ripetendosi. La maggior parte delle organizzazioni dichiarate chiuse sono assolutamente vive e operanti. Ed è proprio questo il punto: nel loro operato toccano problemi che sono «sensibili» per le autorità (diritti umani, protezione dell'ambiente, antifascismo, diritti elettorali, diritti dei consumatori, etc.). L'intervento del Servizio di Registrazione Generale, basato sulla nuova legislazione, serve a mettere il bastone tra le ruote al carro, a disturbare il loro lavoro.

Cosa vogliamo fare:

­ continuare il nostro operato;
­ appellarci contro la decisione illegale prese nei confronti
dell'organizzazione e ottenere la restituzione dello status di ente legale;
­ continuare la raccolta di informazioni sui casi di chiusura illegale di ONG già verificatisi e/o tuttora in atto e offrire vari tipi di sostegno alle stesse ONG nell'ambito del programma «For Freedom of Association»;
­ coordinare e/o partecipare ad azioni sistematiche volte a cambiare le «regole del gioco» della vita politica e civile nel rispetto dei diritti umani fondamentali per lo sviluppo di una società civile, non solo in Russia ma anche nelle Nuove Repubbliche Indipendenti.

VI PREGHIAMO DI SOSTENERE
IL MOVIMENTO INTERNAZIONALE GIOVANILE PER I DIRITTI UMANI!!!

Come si puo' participare:

1. In segno di solidarietà , puoi aiutare lo YHRM individualmente o, come gruppo/organizzazione, aprendo una nuova sezione dello YHRM nel tuo paese (per informazione visita la pagina in inglese http:// www.yhrm.org/eng/join o scrivi a int@yhrm.org).
2. Inviaci una lettera di supporto scritta nella tua lingua o in inglese. Questo è molto importante per noi non solo come incoraggiamento ma soprattutto come dimostrazione pratica del fatto che esistiamo e siamo conosciuti da persone e organizzazioni in molti paesi. Invia la tua lettera via fax allo +7-4732-54-55-30 o per e- mail: solidarity@hrworld.ru.
3. Traduci questo testo nella tua lingua nazionale e disseminalo nella tua comunità , nella tua città , nel tuo paese, trasmettilo ai tuoi amici, a partner di lavoro, a colleghi, a giornalisti, mandalo sui loro website, postalo sui loro blog (puoi anche usare il banner in inglese: http://defence.yhrm.org/newsdef_other/bnr/), chiedi loro di autarci, di condividere la nostra campagna di solidarietà. Diffondi le informazioni relative a questo caso e in generale riguardo la situazione delle libertà fondamentali in Russia e nelle Nuove Repubbliche Independenti il piu' possibile!
4. Puoi anche organizzare azioni di solidarietà con lo YHRM e in generale azioni in supporto degli attivisti civili indipendenti in Russia (vicino alle ambasciate russe o ad altre rappresentanze della Federazione Russa nel tuo paese). Ti preghiamo di segnalarci la programmazione e lo svolgimento di siffatte azioni di solidarietà all'indirizzo solidarity@hrworld.ru, di modo che ne siamo a conoscenza e possiamo informarne altri partner.
5. Se vuoi, puoi autarci anche finanziariamente attraverso Webmoney E907697182726, Z878302509696, R179608645089 o con versamento bancario (contattaci per dettagli).
6. Partecipa al gruppo per la difesa della società civile nelle Nuove Repubbliche Indipendenti (dcs_nis_eng@googlegroups.com)!!! Lo YRHM non è la prima e non sarà l'ultima sfortunata organizzazione che si trova a dover affrontare pressioni di questo tipo e solo un tuo aiuto può prevenire la nascita di nuovi problemi.
7.Nel caso tu ritenga di avere una buona idea, di sapere come si può fare a risolvere questa situazione, ti preghiamo di contatta il gruppo di lavoro per la solidarietà all'indirizzo solidarity@hrworld.ru

Per contatti in inglese:
Il gruppo di lavoro per la solidarita'
solidarity@hrworld.ru
Centro Amministrativo a Voronezh, Russia +7(915) 548 71 90
http://www.yhrm.org/

Il Presidente Onorario Andrey Yurov
+7-916-113-51-81

Il Capo del Comitato di Coordinamento
Alena Ob'ezdcicova +7(910)749-10-12
















 
© eSamizdat 2003-2005, Alessandro Catalano e Simone Guagnelli