“Le barzellette politiche in epoca sovietica e post-sovietica: opinioni a confronto”
eSamizdat 2005 (III) 2-3, pp. 333-339
Scarica il Pdf solo di questo articolo [123 Kb]
[Dall'incipit dell'articolo]

La barzelletta politica nasce in Russia all'inizio del XX secolo e diventa un fenomeno significativo a partire dal periodo post-rivoluzionario e, in particolare, dagli anni Venti e Trenta, quando si determinarono quei cambiamenti del tessuto politico e del comportamento sociale che contribuirono alla creazione di un terreno fertile per la sua proliferazione. I pochi anekdoty politici del periodo prerivoluzionario costituiscono un fenomeno molto limitato perché meno numerosi e soprattutto meno maliziosi rispetto a quelli di epoca sovietica. Le barzellette politiche conoscono poi, insieme agli altri tipi di anekdot, un momento d'oro negli anni Sessanta e Settanta e scompaiono, invece, con il crollo dell'Urss. Esse rappresentano solo una parte del jokelore sovietico, che conta numerosi cicli di barzellette; tra i più rappresentativi quelli sulle minoranze etniche o religiose (georgiani, čukči, ebrei e altri) e quelli su personaggi derivati da cinema, tv, oppure semplicemente inventati (come Vovočka).
[...]











 
© eSamizdat 2003-2016, Alessandro Catalano e Simone Guagnelli