Giovanni Pieroni: un informatore mediceo al seguito del generale Wallenstein
A cura di Guido Carrai
eSamizdat 2004 (II) 1, pp. 175-180
Scarica il pdf solo di questo articolo
[Dall'incipit dell'articolo]

Noto da sempre ai cultori dell'astrologia e dell'astronomia per i suoi rapporti con Keplero e Galilei, Giovanni Pieroni che, solo recentemente e non senza incertezze, è stato riscoperto nella sua qualità di architetto, resta, nonostante tutto, un personaggio alquanto oscuro; vale quindi la pena, anche alla luce del ritrovamento, presso l'archivio di Stato di Firenze, di alcune lettere autografe, di riproporne una sintetica biografia.
Giovanni di Alessandro di Benedetto Pieroni nasce a Firenze il 5 marzo 1586. Tenuto a battesimo da Don Giovanni dei Medici e Bianca Cappello, cresce in via Maggio, non lontano dalla bottega di Bernardo Buontalenti e dal Palazzo Pitti, e viene subito indirizzato agli studi presso l'università di Pisa. Qui, grazie anche alla protezione di Maria Maddalena d'Asburgo, ottiene, a soli 22 anni, il dottorato in utroque iure, per poi continuare ad esercitarsi in diverse altre discipline tra le quali la filosofia naturale e la matematica.
[...]




 
© eSamizdat 2003-2016, Alessandro Catalano e Simone Guagnelli